OPEN DAY 2016

OPEN DAY 2015

Cari genitori,

siamo lieti di darvi il benvenuto all’ A Me Mi Piace andare all’asilo e come ormai prassi consolidata, invitarvi al nostro Open Day che si terrà il giorno mercoledì 17 Febbraio 2016, dalle 16,30 alle 17,30.

Vi illustreremo l’Identità della Scuola dell’Infanzia: connotazioni metodologiche e didattiche, aspetti strutturali e organizzativi, obiettivi e competenze formative.

Vi aspettiamo numerosi!

Cinderella Kids Cake Design Lab

cinderella

Vi aspettiamo per un pomeriggio da favola in compagnia di Cinderella e Dolce Alice…insegneremo ai bambini che con la dolcezza e la gentilezza si possono fare dei capolavori.

images-9

C’era una volta, in un paese lontano, un gentiluomo vedovo che viveva in una bella casa con la sua unica figlia. Egli donava alla sua adorata bambina qualsiasi cosa ella desiderasse: bei vestiti, un cucciolo, un cavallo….. Tuttavia capiva che la piccola aveva bisogno delle cure di una madre. Così si risposò, scegliendo una donna che aveva due figlie giovani, le quali, egli sperava, sarebbero diventate compagne di giochi della sua bambina. 

La fiaba di “Cenerentola” (Cinderella) è un film del 1950 prodotto da Walt Disney basato sulla fiaba di Charles Perrault. 

La sua morale è il coraggio di restare fedeli ai propri sogni e di credere nel valore della propria vita.

La storia non racconta di un percorso di autoaffermazione, tenace e calcolatore o dell’espressione di un sogno narcisistico, ma descrive una speranza, un’autenticità paziente e coraggiosa esaltata dall’incontro e dal rispecchiamento di un’altra persona (il Principe azzurro), un amore capace di vedere in profondità e comprendere il vero valore della persona. La fiaba parla soprattutto a quei bambini costretti a crescere in situazioni di difficoltà e rifiuto, inseriti in storie di vita che possono sembrare apparentemente normali e ordinate. Suggerisce come essi possano conservare, malgrado tutto, il loro desiderio d’amore, il loro valore e la loro speranza.  Inoltre, essa ci dice che, nonostante tutte le contrarietà, un giorno riusciremo a realizzarci e a essere apprezzati per quello che siamo (E. Drewermann).

Di recente sulla favola si sono accesi nuovi riflettori, grazie alla versione portata nelle sale cinematografiche di tutto il mondo da Kenneth Branagh. Un racconto che delinea una supereroina moderna. Quello che colpisce in questa versione è il nome “Ella” derivato dalla scissione di Cinder-Ella, quasi a sottolineare la rottura avvenuta nella vita della protagonista, contrapposta in due esperienze affettive: la bambina felice e amata da mamma e papà e la ragazza declassata a domestica, schernita dalla matrigna e dalle sorellastre invidiose e piene d’odio.

L’analisi psicologica del personaggio operata da K. Branagh ci permette di rivivere per la prima volta, la storia di Cinderella con i due genitori ancora in vita, mostrandoci la possibilità che la bambina ha avuto di sperimentare una base sicura, esperienza fondamentale nella vita di ognuno di noi per costruire relazioni interpretazioni autentiche e fiduciose.  

La reazione alla sofferenza e al dolore rappresentano un altro importante spunto di riflessione di questa versione, che si svela nelle due protagoniste: Ella e la Matrigna. Entrambe, infatti, affrontano un dolore conseguente ad una perdita, ma reagiscono alla sofferenza in modo diverso, Ella ci mostra il senso del costrutto psicologico della “resilienza” cercando un autentico rapporto con sé stessa e con gli altri e trovando la forza per andare avanti e realizzare i propri sogni, mentre Lady Tremaine (La Matrigna), brama, invidiosa,  alla costante conquista di qualcosa che non troverà mai (perché celato dentro di sé), da sottrarre alla figliastra. 

Qui ritroviamo quel motivo fondamentale della fiaba che è quello di trasmettere sicurezza nel proprio futuro. Un processo di crescita, d’individuazione capace d’ispirare e infondere fiducia. 

L’ultimo aspetto,  molto vicino a ciò che studio e applico ogni giorno nel mio lavoro psico-educativo,  è rintracciabile nel testamento psicologico contenuto nelle parole della mamma di Cinderella: “sii gentile e coraggiosa” le fa promettere la donna in punto di morte, incastonando la virtù della gentilezza nell’esperienza di vita della figlia. Ma cosa rappresenta la gentilezza nella storia di Ella? Riconduco la gentilezza in quella abilità che noi psicologi chiamiamo “Empatia” una delle dieci Life Skills indicate dall’OMS (1993) come capaci di migliorare la nostra vita, quella capacità di trarre il meglio dai rapporti umani avvicinandoci agli altri, mettendoci nei loro panni. La gentilezza conduce Ella a provare dignità per sé stessa e per gli altri (io ti perdono, pronuncia alla fine della sua storia, rivolgendosi alla Matrigna), mostrandoci come la gentilezza può offrire senso e valore alle nostre vite. 

Perla Boccaccini 

www.perlaboccaccini.it

cinderella

About our English Summer Camp

About our English Summer Camp

English Summer Camp is a great opportunity in order to learn a second language: children will spend their days enjoying a lot of creative, physical and social activities under the supervision of a staff especially built for them. During summer holidays our Kindergarten will become a funny place where your kids will be little holiday-makers.

English summer camp is dedicated to kids from 3 months to 10 years old and it is organized in homogeneous classes especially for the age. English activities will occur in our wooded and equipped park: swimming-pool, water games, youth Olympic  games and much more…………..

English activities for older kids will take place in the “Fantabosco” and in other spaces: Art, Drama, Music and Cooking laboratory.

Inside our air-conditioned kindergarten, kids can eat, play and sleep with the help of teachers and the steady commitment of a pediatrician and psychologists.

Methodology

papera_bud_bandiera_inglese_det

Our educational methodology is based n the last psycho-linguistic theory. Referring to this theory, kids have to be involved within their learning path. This project aims to encourage the learning of English language skills through music, drama, games and storytelling.

Daily Schedule

07.30-08.30 Welcome

08.30-09.00 Yoga time

9.00-09.30 English time LET’S SING TOGETHER

09.30-10.00 Breakfast

10.00-11.00 English lesson/Soccer lesson/Swimming pool/Playgroups/ Creative Playing Movement/Water Games/ Youth Olympic games/ Baby Dance/ Play-days and much more……

11.00-11.30 Free-play

11.30-12.00 Hocus& Lotus Drama

12.00-13.00 Lunch

13.00-15.00 Sleep or Art lesson

15.00-15.30 Free-play

15.30-16.00 English time with Hocus& Lotus

16.00-16.30 Snack

16.30-17.00 Art lesson / Drama lesson/ Baby dance/ Music lesson/ Storytelling/ “Psicomotricità” lesson/ Cooking lesson and much more…..

17.00-17.30 English time with Hocus& Lotus

17.30-18.00 Storytelling or free time

18.00-19.00 Goodbye

 

 

 

nuotopscalcioIMG_4670

 

 

 

IMGP0101

IMG_6157

OPEN DAY 2015

OPEN DAY 2015

Cari genitori,

siamo lieti di darvi il benvenuto all’ A Me Mi Piace andare all’asilo e come ormai prassi consolidata, invitarvi al nostro Open Day che si terrà il giorno venerdì 23 Gennaio 2015 dalle ore 17.00 alle 18.30.

In questa occasione avremo modo di mostrarvi i nostri spazi, presentarvi l’équipe psicopedagogica, il programma didattico, le attività extracurriculari e la nostra Metodologia psico-educativa, illustrandovi obiettivi, modelli teorici di riferimento e linee di sviluppo.

L’Open Day rappresenta, per noi, il momento dedicato ad intraprendere e favorire un’ efficace comunicazione, partendo dalla nostra presentazione, dalla divulgazione delle finalità socio-educative, dei principi, delle regole e dei valori all’interno della nostra comunità educativa, con l’augurio che tutto ciò dia vita ad una salda collaborazione, alleanza e responsabilità condivisa.

Dott.ssa Perla Boccaccini

Direzione scientifica ed organizzativa